Al fine di mitigare le negative conseguenze all’interscambio delle merci tra il Regno Unito e Unione Europea per l’effetto Brexit, l’Unione Europea ed il Regno Unito hanno sottoscritto l’Accordo sugli Scambi Commerciali e la Collaborazione nel dicembre del 2020. Per effetto di detto Accordo, le importazioni sia in UE che in UK, possono ora avvenire a dazio zero, purché i prodotti soddisfino le regole circa l’origine preferenziale stabilite dall’art. ORIG. 3 di detto Accordo.

L’art ORIG 3 stabilisce quali prodotti possono soddisfare le regole dell’origine preferenziale, per godere dell’esenzione daziaria:

  • Prodotti interamente ottenuti nei rispettivi territori, ovvero allevati, pescati, coltivati ed estratti.
  • Prodotti fabbricati con materiali originari dei rispettivi territori.
  • Prodotti fabbricati, incorporando materiali originari di altri paesi terzi, nel rispetto delle regole stabilite per ogni singola voce doganale dall’Allegato ORIG 2.

Al fine di mitigare le regole, circa le lavorazioni sostanziali indicate nell’Allegato ORIG 2, l’Accordo prevede all’art. ORIG 4, il cumulo bilaterale e totale tra UK ed UE. Grazie alla regola del cumulo, materiali e/o prodotti di origine UK o UE utilizzati nella fabbricazione di un nuovo prodotto, non sono considerate, da entrambi le parti, come materiali di origine terza.

La regola del cumulo bilaterale si considera totale in quanto coinvolge, non solo i materiali di origine UE e UK, ma anche tutte le fasi di lavorazione. Nella regola del cumulo bilaterale non entrano però in gioco materiali di origine di altri paesi accordisti della UE quali per esempio paesi dell’accordo PEM o Corea del Sud, Canada ecc.  Materiali o prodotti di origine di detti paesi sono considerati di conseguenza di origine terza.

Altra regola da tenere in considerazione è che il cumulo bilaterale non può essere applicato se le lavorazioni non vanno oltre alle operazioni insufficienti previste dall’art. ORIG 7, quali per esempio: la pulitura, il confezionamento, la semplice unione di pezzi ecc.

Per ulteriori approfondimenti, in merito alle varie norme che regolano l’origine preferenziale per l’interscambio merci tra Unione Europea e Regno Unito, consigliamo la lettura dell’articolo dell’Agenzia ICE – Help desk Brexit Londra – a cura dell’Avv. Elena Bozza.

Mariaester Venturini