Il Presidente Utlc-Era ha illustrato al Transpotec, il traffico di contenitori sulla tratta ferroviaria meridionale tra Cina ed Europa nel 2018 e gli obiettivi per il futuro.

Il trasporto container lungo la Nuova Via della Seta registra una forte crescita: nel 2018 il volume delle merci consegnate tra la Cina e l’Europa è aumentato del 35% rispetto al 2017, ammontando a oltre 370.000 TEU.  Questo dato mostra come i treni merci diretti verso la Cina rappresentino un’opportunità commerciale anche per le aziende italiane.

United Transport and Logistics Company – Eurasian Rail Alliance, specializzata nel trasporto di container merci su rotaia tra la Cina e l’Europa, ha presentato i suoi servizi all’edizione 2019 di Transpotec Logitec di Verona, la manifestazione di riferimento per il mercato italiano dell’autotrasporto, che quest’anno si arricchisce di un nuovo spazio dedicato alla logistica dei trasporti, imprescindibile in un settore che guarda sempre più all’intermodalità e alla sostenibilità.

L’unione di United Transport and Logistics Company – Eurasian Rail Alliance, due forze della logistica, gestiscono il 70% dell’attuale trasporto container che viaggia sulla linea ferroviaria a scartamento 1520 millimetri tra Cina ed Europa.

“Oggi la movimentazione merci su container è il segmento del mercato del trasporto ferroviario più giovane e, al tempo stesso, in più rapida crescita” ha dichiarato Alexey Grom, presidente di UTLC ERA. “Il potenziale di questo settore rimane enorme: oltre 23 milioni di TEU all’anno vengono consegnati in Europa dai Paesi della regione Asia – Pacifico e in direzione opposta via mare e fino al 10% di questo volume potrebbe essere consegnato attraverso le ferrovie euroasiatiche. Il nostro obiettivo strategico è quello di raggiungere il traguardo del mezzo milione di container trasportati sulle nostre rotte entro il 2025” – ha concluso Alexey Grom.

Ecco qual è l’obiettivo.

L’accesso dalla Cina in Kazakistan avviene dalle due città di Altynkol e Dostyk, poi i treni passano in Russia a Kartaly e Kanasai per convergere a Krasnoe e attraversare la Bielorussia verso Brest, Svislach, Bruzhi e Kalinigrad. Utlc-Era punta su quest’ultima come hub per smistare le unità di carico verso la Scandinavia, i porti del Nord Atlantico e i terminal interni di Lodz e Duisburg.

Utlc-Era ha sviluppato nel 2018 relazioni anche con l’Italia, dopo avere firmato un memorandum d’intesa con Mercitalia Rail a febbraio del 2018. Ad agosto ha avviato un treno da Chengdu a Milano da 41 teu con merce a temperatura controllata e a ottobre uno da Melzo a Chengdu da 34 teu con un carico di piastrelle di ceramica.

Il nuovo Eurasian Rail Alliance Index serve a determinare il valore dei trasporti lungo il corridoio servito dalla società. In concreto, aiuta le aziende a calcolare il costo del trasporto ferroviario tra Cina ed Europa, basandosi su diversi fattori:

1 – Le tariffe sulla tratta a scartamento 1520

2 – I costi di terminalizzazione

3 – I tempi di resa

La SCS Venturini ha introdotto, ormai da alcuni anni, il servizio via treno (LCL – FCL) import-export tra Cina ed Europa, il quale effettua 10.450 km in circa 14 gg. Crediamo fermamente che questo nuovo ponte via terra sia in grado di portare molteplici benefici alle diverse aziende, essendo questa, un’ottima alternativa alle costose spedizioni aeree ed ai lunghi Transit Time marittimi.