UE E GIAPPONE: FIRMATO L’ACCORDO DI LIBERO SCAMBIO

da | Lug 19, 2018 | Giappone, Mercato interno e comunitario

È stato firmato a Tokyo l’accordo di libero scambio tra Ue e Giappone. Dopo la pioggia di dazi su alluminio e acciaio imposti da Washington, Bruxelles ora guarda all’Asia e firma un accordo commerciale con il Giappone. Si parla del maggior accordo mai negoziato tra le due aree economiche e l’intesa è destinata a creare la più grande area di libero scambio al mondo, rispondendo al crescente protezionismo degli Stati Uniti.

A firmare, il presidente della Commissione Jean-Claude Juncker, il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk e il premier giapponese Shinzo Abe.

Prima di entrare in vigore, l’accordo dovrà essere ratificato dal parlamento di Ue e Giappone, prima che si compia la Brexit con l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea.

L’accordo prevede:

il Giappone eliminerà i dazi sul 94% di tutte le importazioni di origine e provenienza dall’Unione Europea, incluso l’80% di tutti i prodotti ittici ed agricoli. Risulteranno quindi più economici anche tutti i prodotti alimentari trasformati, quali: vino, formaggi, insaccati e prodotti a base di carne.  Nel settore agricolo infatti saranno azzerati i dazi su molti formaggi “Made in Italy”, ed il Giappone garantirà inoltre protezione su almeno 200 prodotti con “indicazioni geografiche protette” di origine europee.

L’Unione Europea eliminerà le imposizioni daziarie sul 99% delle merci di origine giapponese, garantendo così un graduale abbattimento dei dazi su un periodo di 8 anni per il mercato automobilistico, e di 6 anni per tutti i prodotti dell’elettronica.

Sono previste anche aperture nei settori dei servizi, in particolare per i servizi finanziari come l’e-commerce, le telecomunicazioni ed i trasporti. Le imprese Ue avranno accesso agli appalti pubblici di 48 città giapponesi.  Tokyo si impegnerà a rimuovere gli ostacoli alla partecipazione degli appalti nel settore ferroviario a livello nazionale.

Questo brillante accordo, potrebbe portare ad un aumento delle esportazioni Ue verso il Giappone del 13,2% (circa 13,5 miliardi di euro).

Il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, dopo la firma con il premier giapponese Shinzo Abe, ha così commentato: «Con il più grande accordo commerciale bilaterale di sempre, oggi cementiamo l’amicizia Nippo-europea. Geograficamente siamo lontani, ma politicamente ed economicamente non potremmo essere più vicini grazie a valori condivisi della democrazia liberale, dei diritti umani e dello stato di diritto.».

Il presidente della Commissione, Jean-Claude Juncker parla invece di “momento storico per la partnership” tra Ue e Giappone.

L’accordo è un forte segnale contro le misure protezionistiche di Trump e viene ribadito che Ue e Giappone hanno intenzione di perfezionare l’intesa attraverso negoziati di alto livello che verranno finalizzati entro l’anno.

Si può quindi affermare che:

“Un accordo equo dove i valori sono al centro. Non c’è protezione nel protezionismo e non c’è unità dove c’è l’unilateralismo”

Daniele Paolini

Daniele Paolini

Reparto Consulenza

Contattaci