TRIESTE, L’UNICO PORTO FRANCO D’EUROPA

da | Lug 19, 2017 | Dogane

Il Ministro dell’Economia Padoan ha recentemente firmato il Decreto attuativo del punto franco internazionale del porto di Trieste, sottoscritto lo scorso 27 giugno dal Ministero delle Infrastrutture.

La firma di tale Decreto, attesa da oltre 63 anni, ha una portata assolutamente storica in quanto concretizza uno status che il porto aveva sulla carta già dal secondo dopoguerra.

Numerosi saranno i vantaggi derivanti dall’attuazione del regime di free zone doganale, prima di tutti benefici dal punto di vista fiscale in quanto ora, chi importa o chi esporta, avrà 60 giorni di tempo per il pagamento di tutte le imposte doganali, tra cui l’IVA. Inoltre, d’ora in poi i vari operatori avranno come unico punto di riferimento l’Autorità Portuale e di conseguenza l’iter burocratico verrà significativamente alleggerito.

Nelle diverse conferenze stampa successive alla firma, il Presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, si è mostrata subito molto fiduciosa sui possibili effetti dell’attuazione di questo Decreto. Ci si aspetta infatti che saranno numerose le attività industriali che vorranno operare in una zona extradoganale con un regime unico in Europa e che saranno il preambolo di uno sviluppo economico che interesserà tutta la regione, non solo i territori di Trieste.

La creazione di questa free zone doganale rappresenta sicuramente l’ennesimo passo in avanti che permetterà a Trieste di diventare un vero e proprio snodo commerciale della Nuova Via della Seta ma anche uno dei più forti competitor dei grandi porti commerciali del Nord Europa.

Mariaester Venturini

Daniele Paolini

Daniele Paolini

Reparto Consulenza

Contattaci