Lo Sportello Unico Doganale “Sudoco” ha finalmente compiuto quel passo in più per la sua realizzazione ed è precisamente accaduto il 10 novembre 2021 grazie al Consiglio dei ministri, il quale ha approvato il testo del suo regolamento attuativo.

Il testo, come viene spiegato in una nota del Governo, “consente al sistema nazionale di proseguire nell’attività di adeguamento alle principali raccomandazioni emanate a livello internazionale in materia di facilitazione del commercio, con riferimento particolare alla trasmissione delle informazioni da parte degli operatori economici una sola volta (once only) attraverso un’unica interfaccia (single window) e alla necessità di eseguire i controlli contemporaneamente e nello stesso luogo (one stop shop), attraverso il dialogo telematico tra le amministrazioni e gli organi dello Stato coinvolti e gli operatori economici interessati, velocizzando l’espletamento delle procedure e dei controlli e rendendo trasparente l’azione delle amministrazioni cooperanti”.

Sostanzialmente, la verifica dei controlli è affidata all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli attraverso il portale web Sudoco, il quale a sua volta giocherà un ruolo importante per realizzare l’interoperabilità tra le amministrazioni e gli organi dello Stato. Inoltre, il portale funge anche da interfaccia unica per gli operatori e, grazie ad esso, gli operatori potranno attivare i procedimenti e controlli necessari all’entrata e all’uscita delle merci, nel e dal territorio nazionale. Si aggiungono poi la tracciabilità dello stato di avanzamento dei procedimenti e dei controlli, la verifica dell’avvenuta conclusione dei procedimenti e dei controlli, la consultazione dello stato di attivazione dell’interoperabilità tra i sistemi dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli e quelli delle amministrazioni coinvolte.

Tale provvedimento, finalmente vistosi approvare, permetterà di ridurre le ore di attesa degli autisti nei nodi logistici, una piaga purtroppo ancora appartenente alla burocrazia italiana. Ora sarà possibile snellire e coordinare le procedure doganali e con “Sudoco” si dà il via a un’importante riforma per la logistica.