È stata concessa dall’Agenzia delle Dogane una nuova proroga delle procedure per il rilascio dei certificati EUR1, EUR.MED e A.TR., dopo la circolare n. 21 del 16 luglio 2020.

Pertanto, con Circolare n. 42/2020 del 28 ottobre 2020, è stata prevista tale proroga delle disposizioni di riferimento sino al 31 gennaio 2021 (data termine della previdimazione dei certificati sopra citati).

L’Agenzia ha sviluppato una procedura per la digitalizzazione del processo di richiesta dei certificati EUR1, EUR.MED e A.TR.

Come funziona?

Vengono prelevati i dati utili alla stampa dei certificati direttamente dalle dichiarazioni di esportazione di riferimento, abbreviando così i tempi di lavorazione e, di conseguenza, i tempi di rilascio. Parte in via sperimentale questa nuova procedura precisamente il 10 novembre e potrà essere usata, per adesso, in modo facoltativo. Diventerà obbligatoria solo a partire dal 19 gennaio 2021.

La procedura digitalizzata introduce nuove modalità per la richiesta della certificazione e la compilazione da parte degli operatori, permettendo di superare le criticità legate alle limitazioni degli spostamenti non necessari, vista anche l’emergenza sanitaria del COVID-19. Inoltre, non ci sarà il rischio di possibile difformità dei dati tra la dichiarazione doganale di export e i dati presenti sui certificati di circolazione.

L’Agenzia delle Dogane sottolinea però che l’orientamento del legislatore unionale rimane indirizzato al sistema di prova dell’origine basato sulla “dichiarazione di origine su fattura”, che sostituisce totalmente l’emissione di EUR.1 e EUR-MED.

Il reparto di Consulenza Doganale SCS Venturini è a Vostra completa disposizione per ogni chiarimento e per fornirvi supporto qualora decidiate di procedere all’ottenimento dello Status di esportatore autorizzato e sistema Rex.