Il Belgio, rappresentando uno dei più grandi hub del commercio internazionale europeo, vuole semplificare in modo significativo l’import e l’export di merci.

 

BE-Gate è un progetto sviluppato da AAD & A su iniziativa del dipartimento delle dogane e delle accise del Belgio ed è unico in Europa.

Ha lo scopo di proporre soluzioni efficienti e rapide nel contesto dello sviluppo dell’e-commerce.

Gli operatori economici che sono o vogliono essere attivi nel settore del commercio elettronico possono utilizzare BE-Gate per l’importazione e l’esportazione di merci.

Questa piattaforma digitale è stata progettata per il mercato del commercio elettronico, sempre più in evoluzione ed è stata lanciata ufficialmente il 6 giugno 2019. 

La nuova piattaforma sarà attiva su quattro importanti hub di e-commerce, precisamente nel porto di Anversa e Zeebrugge e nell’ aeroporto di Bruxelles e Liegi. 

Il portale doganale gratuito BE-GATE è progettato per l’elaborazione di grandi quantità di dati e garantisce un rapido sdoganamento delle dichiarazioni doganali.

 

COME FUNZIONA?

Per quanto riguarda il commercio elettronico, con BE-GATE è possibile inviare un numero molto elevato di notifiche di arrivo in un’unica transazione IT utilizzando un file approvato dalle autorità doganali.

 Per spedizioni inferiori o uguali a € 22, questo file rappresenterà automaticamente la dichiarazione di immissione in consumo.

Per spedizioni superiori a 22 €, è comunque necessario presentare una dichiarazione aggiuntiva a PLDA.

L’esito dello svincolo delle merci viene automaticamente inviato al dichiarante.

Nel caso non fosse possibile determinare il valore in dogana in base al valore della transazione, causa mancanza della fattura commerciale,  il sistema BE-GATE proporrà un metodo alternativo basato su mezzi ragionevoli.

Il suo utilizzo è valido anche per l’esportazione, per spedizioni inferiori a € 1000 e con un peso inferiore a 1000 kg.

In caso diverso occorre inviare una dichiarazione aggiuntiva al sistema PLDA.

 

REQUISITI E SETTORI DI UTILIZZO

BE-GATE può essere utilizzato nel quadro della normativa doganale per l’immissione in libera pratica, introduzione a deposito doganale e per l’esportazione definitiva.

 I prerequisiti sono che l’operatore economico abbia:

  • una sede legale in Belgio
  • lo status di agente doganale
  • un magazzino e un luogo approvato come deposito doganale
  • l’autorizzazione doganale per l’uso della dichiarazione semplificata e disponga della garanzia globale.

Sono esclusi dall’uso di BE-GATE i seguenti prodotti:

  • I prodotti soggetti ad accisa
  • I prodotti soggetti a licenze
  • I prodotti soggetti a restrizioni speciali e misure di controllo

 

PERCHE’ IL BELGIO?

Il Belgio è il trampolino di lancio verso il mercato europeo dei consumi.

Grandi realtà portuali come Anversa o Zeebrugge e hub per il trasporto aereo, come Bruxelles e Liegi, collegano l’Europa con il resto del mondo.  

“Come partner investiamo in piattaforme e procedure per ottimizzare questa rete. In questo modo possiamo soddisfare le aspettative degli utentii di e-commerce con gateway integrati. Inoltre, i nostri aeroporti e porti sono situati al centro dell’Europa. Questa posizione strategica e la connettività ottimale, rendono il Belgio un punto di riferimento unico per la logistica omni channel” , afferma Werner Rens, capo dipartimento marketing, dogana e accise belghe.

Inoltre, lo spazio disponibile ed un know-how specializzato, offrono alle aziende commerciali l’opportunità di sfruttare la funzione hub di queste sedi logistiche belghe e di allestire qui magazzini e centri di distribuzione.

Ad esempio, la società di logistica cinese Cainiao Smart Logistics Network Limited o 4PX, che appartengono al gruppo Alibaba, usano il Belgio come un importante crocevia per i traffici europei. 

Grandi aziende quali: Decathlon, LEGO e Nespresso, hanno qui grandi centri di distribuzione.

 

DICHIARAZIONI

Werner Rens, capo dipartimento marketing, dogane e accise belghe: “Con BE-GATE, abbiamo sviluppato uno strumento dedicato all’ e-commerce efficiente che impedisce ritardi nella catena di approvvigionamento dovuti alla mancanza di trasparenza e comunicazione. Una soluzione vantaggiosa per tutti facilita anche il nostro lavoro di autorità doganale “.

Luc Arnouts, direttore delle reti internazionali, porto di Anversa: “La digitalizzazione fa parte del DNA del secondo porto più grande d’Europa. Ci aspettiamo che BE-GATE semplifichi in modo significativo lo sdoganamento e renda quindi Anversa ancora più attraente come luogo deputato al traffico e-commerce. “