Per quanto riguarda la verifica della conformità dei prodotti, il 16 dicembre 2019 il Marocco ha implementato un controllo di conformità (programma VOC, Verification of Conformity), reso obbligatorio dal 1° febbraio 2020 per alcuni prodotti importati in Marocco.

Il governo marocchino ha deciso quindi di esternalizzare i controlli di conformità per un’estesa lista di prodotti industriali importati, sulla base di valutazioni ed esigenze relative alla protezione del consumatore, alla fluidificazione degli scambi e alle necessità di garantire trasparenza e leale concorrenza tra gli operatori economici.

I prodotti in questione sono i seguenti:

  • Prodotti Elettrici
  • Materiali da Costruzione
  • Apparecchiature Gas e Petrolio per uso domestico
  • Giochi e Giocattoli per Bambino
  • Tessuti, Scarpe, DPI e Caschi da moto
  • Detersivi, Imballaggi e Sacchetti di plastica
  • Articoli da cucina e Stoviglie
  • Fiammiferi e Accendini
  • Vernici e Bitume
  • Pannolini
  • Pneumatici e Componenti per Automobili

Dopo un periodo di transizione che giungerà al termine il 21 giugno 2020, la quasi totalità dei prodotti industriali importati nel Paese dovrà dunque essere accompagnata da certificati di conformità rilasciati nel Paese di origine del prodotto stesso. Il certificato di conformità, necessario per lo sdoganamento delle merci, deve essere emesso da un Ente riconosciuto dal Governo marocchino: Applus Fomento, Bureau Veritas, TÜV.

Un passo in avanti importante dal momento che tutti i prodotti regolamentati sono soggetti a verifica e devono essere accompagnati da un certificato di conformità per lo sdoganamento in Marocco.