Le regole degli Incoterms precisano il contenuto di una serie di termini commerciali, individuati ciascuno con tre lettere, che riflettono la prassi seguita dagli operatori di tutto il mondo nei contratti di vendita delle merci. Le regole Incoterms indicano essenzialmente le obbligazioni, le spese ed i rischi connessi alla consegna della merce da venditore a compratore.

La singola regola Incoterms scelta deve essere appropriata alla merce oggetto del contratto, al modo di trasporto utilizzato e deve soprattutto precisare se le parti prevedono di imporre obbligazioni aggiuntive, come ad esempio l’obbligazione di provvedere al trasporto o all’assicurazione a carico del venditore o del compratore. Essa è efficace solo se le parti indicano un luogo o un porto e sarà ancora più efficace se le parti specificheranno detto luogo o porto con la maggior precisione possibile.

Le regole Incoterms indicano la parte del contratto di vendita che deve prendere accordi per il trasporto o l’assicurazione, il momento in cui il venditore consegna la merce al compratore e le spese che sono a carico di ciascuna parte. Tuttavia, non prendono in considerazione il prezzo da pagare o il modo di pagamento. Né, tanto meno, esse trattano il trasferimento di proprietà della merce o le conseguenze di una violazione del contratto.

Le 11 regole Incoterms 2010 vengono classificate in due distinti gruppi:

REGOLE PER QUALUNQUE MODO DI TRASPORTO

  • EXW – FRANCO FABBRICA
  • FCA – FRANCO VETTORE
  • CPT – TRASPORTO PAGATO FINO A
  • CIP – TRASPORTO E ASSICURAZIONE PAGATI FINO A
  • DAT – RESO AL TERMINAL
  • DAP – RESO AL LUOGO DI DESTINAZIONE
  • DDP – RESO SDOGANATO

REGOLE PER IL TRASPORTO MARITTIMO E PER VIE D’ACQUA INTERNE

  • FAS – FRANCO LUNGO BORDO
  • FOB – FRANCO A BORDO
  • CFR – COSTO E NOLO
  • CIF – COSTO, ASSICURAZIONE E NOLO

Il primo gruppo include le sette regole Incoterms 2010 che possono essere usate indipendentemente sia dal modo di trasporto scelto, sia dal fatto che sia utilizzato uno o più modi di trasporto. EXW, FCA, CPT, CIP, DAT,DAP,e DDP appartengono a questo gruppo. Esse possono anche essere usate anche quando non vi è alcun trasporto marittimo. È importante ricordare tuttavia che queste regole possono essere usate nei casi in cui una parte del trasporto avviene per nave.

Nel secondo gruppo delle regole Incoterms 2010, il punto di consegna ed il luogo fino al quale le merci vengono trasportate al compratore sono entrambi porti. Da qui la denominazione di regole “marittime e per vie d’acqua interne”. FAS, FOB, CFR e CIF appartengono a questo gruppo.

Le regole Incoterms possono essere applicate a contratti di vendita sia internazionali che nazionali.

 

La SCS Venturini approfondirà l’argomento Incoterms pubblicando ogni settimana una news su ogni resa, esaminando le obbligazioni da parte del venditore e del compratore.

 

Fonte: FEDESPEDI