Con il decreto legislativo 15.12.2014, n. 188, pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 297 del 23.12.2014, è stato modificato il regime fiscale dei prodotti da inalazione , sia sotto il profilo della individuazione dei beni assoggettati ad imposizione che sotto quello della determinazione dell’aliquota di imposta.

A decorrere dal 1° gennaio 2015, i prodotti da inalazione senza combustione costituiti da sostanze liquide, contenenti o meno nicotina, esclusi quelli autorizzati all’immissione in commercio come medicinali ai sensi del decreto legislativo 24 aprile 2006, n. 219, e successive modificazioni, sono assoggettati ad imposta di consumo in misura pari al cinquanta per cento dell’accisa gravante sull’equivalente quantitativo di sigarette, con riferimento al prezzo medio ponderato di un chilogrammo convenzionale.

Conseguentemente, i prodotti contenenti nicotina o altre sostanze idonei a sostituire il consumo dei tabacchi lavorati nonché i dispostivi meccanici ed elettronici, comprese le parti di ricambio, che ne consentono il consumo restano assoggettati ad imposta di consumo nella misura pari al 58,5 per cento del prezzo di vendita al pubblico fino al 31 dicembre 2014, mentre i prodotti da inalazione senza combustione costituiti da sostanze liquide, contenenti o meno nicotina sono assoggettati al nuovo regime a decorrere dal 1° gennaio 2015.

In considerazione di quanto sopra, si comunica che è in corso di adozione il decreto ministeriale per disciplinare gli adempimenti amministrativi, contabili, fiscali e di circolazione dei prodotti assoggettati al nuovo regime impositivo.

Fonte:  Agenzia delle dogane e dei monopoli – Nota prot n. 104883 del 24-12-2014.