I giovani di Confindustria in visita a “La Pasta di Camerino”: pronte nuove collaborazioni e progetti per ricominciare

da | Apr 20, 2018 | Senza categoria

I giovani di Confindustria Macerata sono stati in visita all’azienda Entroterra Spa titolare del marchio “La Pasta di Camerino” nella zona colpita dal sisma nel 2016, che ancora oggi, purtroppo, continua a farsi sentire.

Con la presenza del commissario straordinario De Micheli, i giovani hanno incontrato il sindaco Gianluca Pasqui, il quale ha ricordato che «il futuro senza presente non esiste e il presente è ancora di forte emergenza qui a Camerino». La delegazione dei giovani imprenditori era guidata dal presidente Paolo Carlocchia con Susanna Paci vicepresidente, Francesca Orlandi vicepresidente, Silvia Biagiola, Carlo Rogante, Matteo Piervincenzi, Edoardo Giunchi, Federico Maccari, Eliana cristalli, Alberto Grimaldi Presidente Giovani Ance Macerata, Asya Ciccioli Andrea Maurizi, Daniele Paolini (SCS VENTURINI), Luca Resparambia, Tobia Sardellini, Simona Reschini Presidente giovani Confindustria Marche, Kevin Bravi Presidente giovani Confindustria Emilia Romagna con una delegazione regionale.

L’intero gruppo è stato accolto dall’amministratore delegato dell’azienda Federico Maccari, il quale ha illustrato a tutti i colleghi le varie fasi di lavorazione della pasta e mostrato la fabbrica in cui si produce. Inoltre, hanno anche avuto l’occasione di conoscere il “mastro pastaio” Gaetano Maccari, padre di Federico e fondatore dell’azienda.

L’obiettivo dei giovani è ammirevole, ovvero dare totale disponibilità a collaborare nella gestione del post sisma per poter essere d’aiuto come Confindustria e per far crescere il territorio. Proprio queste potrebbero essere delle basi solide per poi procedere e pensare al futuro.

La delegazione è stata anche accompagnata dal sindaco a visitare la zona rossa di Camerino, ormai una città fantasma dove il centro storico non esiste più. La visita è proseguita con l’incontro del Rettore Claudio Pettinari dell’Università di Camerino, il quale ha affermato che «dopo il terremoto c’è stata una delocalizzazione, ma nonostante le grandi difficoltà siamo riusciti a far ripartire le lezioni e i corsi. Tra i vari progetti abbiamo quello della costruzione di un nuovo polo tecnologico che sarà un luogo di incontro con le aziende per sviluppare laboratori di ricerca». Il presidente Carlocchia ha sottolineato l’evidente interesse di creare un polo di formazione, poiché oggi le aziende sentono il bisogno di avere personale specializzato e formato da avviare velocemente nel mondo del lavoro competitivo nei mercati internazionali.

Il terremoto ha scatenato una forza distruttiva e a maggior ragione ora c’è la forza di ripartire, soprattutto se con validi obiettivi e collaboratori. L’incontro si è concluso quindi all’insegna di concrete prospettive di collaborazione tra l’università e i giovani di Confindustria Macerata.

La SCS Venturini ha partecipato tramite Daniele Paolini alla giornata organizzata da Confindustria Macerata e ha già avviato una collaborazione con “La Pasta di Camerino” di Entroterra Spa per le spedizioni.

Daniele Paolini

Daniele Paolini

Reparto Consulenza

Contattaci