Il programma di certificazione comunitaria AEO, in vigore dal 2008, si sostanzia nel rilascio da parte delle autorità doganali del Paese in cui è stabilita l’azienda richiedente di un apposito certificato con valenza illimitata, articolato in tre tipologie:

1) AEOC – semplificazioni doganali

Lo status di AEO nella forma di AEOC è previsto per gli operatori economici stabiliti nella Comunità che intendono trarre vantaggio dalle varie semplificazioni espressamente previste dalla normativa doganale.

Il titolare di un AEOC gode dei seguenti vantaggi:

  • concessione agevolata delle semplificazioni doganali elencate all’articolo 14 ter, paragrafo 1, delle DAC in quanto i criteri che sono già stati verificati all’atto della concessione dell’AEOC non saranno verificati di nuovo;
  • minori controlli doganali fisici e documentali rispetto agli altri operatori economici, ad eccezione dei controlli inerenti alle misure di sicurezza;
  • trattamento prioritario, qualora selezionato per essere sottoposto a controllo;
  • possibilità di chiedere che tale controllo si svolga in un luogo specifico.

 2) AEOS – sicurezza

Lo status di AEO nella forma di un AEOS è previsto per gli operatori economici stabiliti nella Comunità che intendono beneficiare di particolari agevolazioni nei controlli doganali relativi alla sicurezza quando le merci entrano nel territorio doganale della Comunità o ne escono.

Il titolare di un AEOS gode dei seguenti vantaggi:

  • possibilità di notifica preventiva qualora selezionato per essere sottoposto a controllo;
  • numero ridotto di dati per le dichiarazioni sommarie di entrata e di uscita;
  • minori controlli fisici e documentali con riguardo alla sicurezza;
  • trattamento prioritario, qualora selezionato per essere sottoposto a controllo;
  • possibilità di chiedere che tale controllo si svolga in un luogo specifico.

3) AEOF – semplificazioni doganali e di sicurezza

Lo status di AEO nella forma di AEOF è previsto per gli operatori economici stabiliti nella Comunità che intendono trarre vantaggio dalle varie semplificazioni espressamente previste dalla normativa doganale e dalle particolari agevolazioni nei controlli doganali relativi alla sicurezza.

Il titolare di un certificato AEOF ha diritto di godere di tutti i vantaggi elencati per l’AEOC e l’AEOS.

Quali sono i Benefici per le aziende?

L’operatore economico che ottiene la certificazione AEO conquista numerosi vantaggi nelle operazioni commerciali internazionali in quanto considerato affidabile dalle autorità doganali, anche in relazione al tipo di Certificato richiesto:

  1. riduzione dei controlli documentali, scanner e fisici (Certificati AEOC, AEOS, AEOF);
  2. trattamento prioritario delle spedizioni se selezionate per il controllo (Certificati AEOC, AEOS, AEOF);
  3. indicazione, da parte dell’operatore, del luogo presso cui effettuare i controlli (Certificati AEOC, AEOS, AEOF);
  4. procedura agevolata nell’ottenere le semplificazioni doganali attualmente previste dal CDC (Certificati AEOC, AEOF);
  5. numero ridotto di dati per le dichiarazioni sommarie (Certificati AEOS, AEOF);
  6. comunicazione preventiva dell’esito positivo del circuito doganale di controllo sulla dichiarazione sommaria. Tale beneficio è previsto a decorrere dal 1° luglio 2009 (Certificati AEOS, AEOF);
  7. mutuo riconoscimento dei programmi di sicurezza con Paesi terzi, come ad esempio la CT-Pat americana (Certificati AEOS, AEOF);

Tali benefici non sono concessi automaticamente, ma dipendono in taluni casi dalla richiesta dell’operatore e comunque dalle valutazione finale espressa dall’Amministrazione doganale.

I Vantaggi Indiretti

Accanto ai vantaggi “diretti”, il possesso di un Certificato AEO può comportare una serie di vantaggi “indiretti che possono essere elencati come segue:

  1. migliori relazioni con le autorità doganali (client coordinator);
  2. minore ritardo nelle spedizioni;
  3. aumento della sicurezza e migliore comunicazione tra le parti della catena logistica;
  4. fidelizzazione della clientela;
  5. prevenzione dei problemi grazie alla conoscenza dei dipendenti;
  6. diminuzione degli incidenti legati alle condizioni di sicurezza;
  7. migliore pianificazione;
  8. diminuzione dei furti e delle perdite;
  9. maggiore impegno dei dipendenti;
  10. vantaggio competitivo a livello commerciale e di partnership.

Lo stato di AEO segue ad un’accurata e complessa azione di AUDIT condotta dalle autorità doganali, volta ad accertare il possesso da parte del richiedente di tutte le condizioni richieste per il rilascio.

Il processo di AUDIT è un metodo di valutazione di affidabilità doganale di un operatore economico e consiste in una serie di valutazioni delle autorità doganali dirette nel loro complesso a ricostruire l’attività dell’operatore richiedente, che deve avere una conoscenza approfondita delle modalità di svolgimento della propria attività e dei sistemi relativi al controllo interno.

Quali sono i tempi di ottenimento della certificazione?

La norma prevede 90 giorni decorrenti dal deposito della domanda completa, qualora non sussistano motivi di interruzione della procedura per la regolarizzazione delle situazioni anomale eventualmente riscontrate dall’Agenzia delle Dogane.

Tuttavia, se l’audit doganale non fa emergere particolari irregolarità, il rilascio del certificato potrà avvenire in tempi più brevi.

La procedura per l’ottenimento della certificazione AEO è abbastanza complessa e si ritiene opportuno che l’azienda, prima di presentare l’istanza all’ufficio delle dogane competente, verifichi autonomamente il rispetto delle condizioni richieste dalle autorità doganali per l’ottenimento della certificazione.

Il pre-audit consiste in un’attività di assistenza, avvalendosi di professionisti qualificati, volta a preparare il richiedente a conformarsi alle suddette condizioni (oggetto di verifica da parte del team di auditors dell’Agenzia delle Dogane), e si concretizza in un check-up preventivo delle procedure interne aziendali (avviato cioè prima che intervenga il team di auditors dell’Agenzia delle Dogane, che si attiva dopo la presentazione della domanda), volto a verificare il possesso dei requisiti richiesti ed apportare eventuali miglioramenti all’organizzazione aziendale, prima della presentazione dell’istanza di accesso al certificato AEO.

L’azione di pre-audit investe il settore doganale, contabile, logistico, amministrativo e organizzativo in genere, in modo da rimuovere da ciascuna di tali aree le criticità incompatibili con l’attribuzione dello stato di AEO.

Il pre-audit si articola nelle seguenti fasi:

  • check-up doganale;
  • assistenza alla compilazione del questionario di autovalutazione predisposto dall’Agenzia delle Dogane;
  • predisposizione e presentazione istanza presso l’ufficio doganale competente per territorio
  • assistenza in azienda in fase di controllo e verifica dei funzionari doganali.

Per maggiori informazioni, invia un’email a consulenza@scsinternational.it.