L’Agenzia delle Dogane ha reso noto, con circolare nr. 32879/RU del 20.02.2020, che a partire dal prossimo 05 maggio, sarà obbligatorio inserire nelle dichiarazioni doganali d’importazione, precisamente nel campo 2, i dati identificativi dell’esportatore estero, ovvero del cedente/mittente.

L’esportatore estero dovrà essere identificato inserendo nella bolla doganale d’import il suo nominativo, la ragione sociale, il paese estero di appartenenza ed il codice EORI, eventualmente attribuito all’esportatore terzo.

Nel caso in cui, l’esportatore estero non fosse registrato nella banca dati europea EORI, occorrerà inserire il codice di identificazione a lui attribuito dal paese terzo di appartenenza.

Se l’esportatore fosse sprovvisto anche di detto codice, occorrerà inserire nella bolla d’importazione il codice “0”.

L’obbligatorietà di inserire l’identificazione del fornitore estero per ogni dichiarazione doganale di importazione, non permetterà più di effettuare operazioni doganali cumulative, con le quali, a fronte di più fornitori dal medesimo stato estero mittente, si poteva emettere, per singolo importatore, una unica bolla doganale d’importazione, risparmiando costi ed eventuali visite di controllo.   

Per ulteriori chiarimenti, la SCS Venturini è a disposizione dei propri clienti.

Mariaester Venturini