La Commissione europea ha manifestato il proprio consenso per la decisione presa dal Consiglio, il quale ha autorizzato il 25 febbraio 2020 l’avvio dei negoziati sul futuro partenariato con il Regno Unito.

Le direttive di negoziato adottate si basano sul progetto di raccomandazione presentato dalla Commissione il 3 febbraio 2020. Tali direttive rispettano pienamente gli orientamenti e le conclusioni del Consiglio europeo, nonché la Dichiarazione politica concordata tra l’UE e il Regno Unito nell’ottobre 2019.

Le direttive di negoziato globali adottate delimitano l’ambito e fissano i termini del futuro partenariato che l’Unione europea prospetta con il Regno Unito. I settori interessati sono: cooperazione commerciale ed economica, cooperazione delle autorità di contrasto e giudiziarie in materia penale, politica estera, sicurezza e difesa, partecipazione ai programmi dell’Unione e altri ambiti di cooperazione tematica. Inoltre, esiste un capitolo dedicato alla governance che fornisce uno schema per un quadro generale di governance che copre tutti i settori della cooperazione economica e di sicurezza.

Il Presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha affermato che ormai si è pronti ad iniziare i negoziati con il Regno Unito. Ha dichiarato poi: «Vogliamo costruire una partnership futura stretta e ambiziosa, poiché questo è nel miglior interesse delle persone su entrambi i lati del Canale. Ringrazio il Parlamento europeo e tutti gli Stati membri della costante fiducia riposta nella nostra squadra negoziale. Ci adopereremo al massimo per ottenere il miglior risultato possibile.”

Michel Barnier, negoziatore capo della Commissione europea, ha dichiarato: «Siamo determinati a raggiungere un accordo che tuteli gli interessi dell’Unione. Lavoreremo a stretto contatto con il Parlamento europeo e con tutti gli Stati membri, mantenendo la massima trasparenza in tutto l’iter».

In quanto negoziatore dell’Unione, la Commissione intende portare avanti i lavori in stretto coordinamento con il Consiglio e i relativi organi preparatori, ovvero con il Parlamento europeo come è avvenuto durante i negoziati per l’accordo di recesso.

Ufficialmente, l’avvio dei negoziati con il Regno Unito inizieranno la settimana del 2 marzo 2020.

(Fonte: Sito ufficiale dell’Unione Europea)

Pur nelle limitazione delle frontiere doganali, sarà essenziale creare una zona di libero scambio tra l’Unione Europea ed il Regno Unito per facilitare l’interscambio delle merci e continuare ad operare con il Regno Unito con gli stessi flussi di traffici esistenti prima della Brexit.

La SCS Venturini si adopererà per tenere informata la propria clientela e per assisterla per qualsiasi esigenza riguardante le modalità operative dell’interscambio merci tra Italia e Regno Unito.