Inaugurato il Daxing International Airport di Pechino progettato da Zaha Hadid Architects

Zaha Hadid Architects ha progettato un nuovo aeroporto internazionale per Pechino, il Daxing International Airport realizzato verso Sud, a 46 km di distanza dal centro città e perfettamente integrato nella rete di trasporti ferroviari locali e ad alta velocità. Servirà 45 milioni di passeggeri.

 Il Daxing International Airport è   il nuovo aeroporto internazionale   di Pechino progettato da Zaha   Hadid Architects ed è operativo   dal 25 settembre 2019, in tempo   per  i festeggiamenti del 1°ottobre,   che segna i 70 anni dalla fondazione della Repubblica Popolare Cinese. È il secondo aeroporto internazionale della capitale cinese dopo l’Aeroporto di Pechino-Capitale.

La nuova infrastruttura, perfettamente integrata nella rete di trasporti ferroviari locali e ad alta velocità, allevierà la congestione dell’aeroporto internazionale già esistente nella capitale cinese. Il progetto di questo avveniristico aeroporto ha coinvolto diversi studi d’architettura sotto la guida del Beijing New Airport Headquarters (BNAH) e ha collaborato alla fase progettuale lo studio ADP Ingénierie (ADPI) per le specifiche funzionali e tecniche del terminal e per la realizzazione tecnica due studi locali, BIAD (Beijing Institute of Architecture and Design) e CACC (China Airport Construction Company), responsabili anche dell’implementazione delle funzionalità aeronautiche del terminal.

Inizialmente, il nuovo aeroporto della capitale cinese avrebbe dovuto avere fino a 9 piste: 8 piste per l’aviazione civile e una pista dedicata all’uso militare e sarebbe diventato il principale aeroporto di Pechino, il più grande della Cina, sostituendo l’Aeroporto Capitale. L’approvazione ufficiale per la costruzione da parte della Commissione nazionale per lo sviluppo e le riforme avvenne il 22 dicembre 2014, dove si richiedeva la costruzione dell’aeroporto. Si affermò poi che il nuovo scalo sarebbe stato composto da 7 piste, 6 per uso civile e 1 per scopi militari e che la costruzione dovrebbe essere completata a settembre 2019.

Il costo di costruzione stimato è di almeno 70 miliardi di RMB (11,2 miliardi di US$), inclusi i 37 km della ferrovia Pechino-Xiong’an per permettere al nuovo aeroporto il collegamento con la stazione di Pechino Ovest.

Dieci compagnie aeree passeggeri (China Southern Airlines, China United Airlines, Shanghai Airlines, Beijing Capital Airlines, Hebei Airlines, Spring Airlines, Okay Airways, Juneyao Airlines, XiamenAir e Donghai Airlines) e una compagnia aerea cargo (China Postal Airlines) hanno firmato accordi con la Capital Airport Group per poter operare nel nuovo aeroporto.

Il reportage fotografico realizzato dai famosi fotografi d’architettura Hufton + Crow evidenzia la fluidità degli spazi del nuovo layout funzionale progettato dagli architetti. Il progetto rispetta alti standard qualitativi e il risultato di design è stato possibile grazie agli studi internazionali e i due studi locali coinvolti nel progetto.

Zaha Hadid Architets offre un linguaggio architettonico unico a: esterni, interni, postazioni tecniche e spazi per il retail. I passeggeri sono guidati attraverso percorsi che dai diversi spazi del terminal, le zone di partenza, arrivo o trasferimento, conducono verso il grande cortile centrale, ovvero il cuore del terminal. In questo spazio si trovano tutti i servizi e comfort per i passeggeri, e le distanze tra il chek-in e il gate sono ridotte.

Il percorso dei passeggeri inoltre, sono le sei forme fluenti (svolgono anche un ruolo di sostegno strutturale) e i lucernari lineari permettono alla luce naturale di entrare nella struttura e creare delle linee guida per i passeggeri, da e verso i cancelli di partenza.