Dopo aver già parlato nella precedente news dell’approvazione dell’accordo di partenariato economico UE-Giappone e dell’accordo di partenariato strategico UE-Giappone da parte del Parlamento europeo (clicca qui per il link), l’Ambasciata d’Italia in Giappone segnala che tutte le aziende italiane interessate a esportare in loco beneficiando dell’Economic Partnership Agreement (Epa), stipulato tra Ue e Giappone e che entrerà in vigore il prossimo 1 febbraio, dovranno procedere alla propria registrazione nel sistema Registered Exporter System (Rex).

L’esportatore è “una persona, situata in una parte, che esporta o produce prodotti originari e rilascia una attestazione di origine conformemente alle disposizioni legislative e regolamentari di tale parte”.

«La registrazione – spiega l’Ambasciata – serve a certificare l’origine Ue del prodotto esportato. L’esportatore nazionale che intende essere registrato al sistema Rex deve presentare la domanda, fin da ora, all’Ufficio delle Dogane territorialmente competente, utilizzando un apposito modulo.
Una volta ottenuto il numero Rex al termine della registrazione – conclude la nota dell’Ambasciata a Tokyo – l’operatore potrà utilizzarlo per esportare in Giappone e in tutti i Paesi che lo richiedano nel quadro dei loro accordi preferenziali».

Gli operatori nazionali e UE che vogliono effettuare operazioni di esportazione entro l’ambio APE per un valore superiore a 6000 euro, devono essere registrati al sistema REX ai fini della emissione delle relative attestazioni di origine. Mentre, per spedizioni in cui il valore della merce non superi i 6000 euro, non è richiesta la registrazione.

Il numero REX è unico: una volta ottenuto l’operatore potrà utilizzarlo per esportare in Giappone e in tutti i Paesi che lo richiedano nel quadro dei loro accordi preferenziali (Canada). Per utilizzarlo in quest’accordo, gli operatori dovranno attendere la sua entrata in vigore.

La SCS Venturini può assistervi nell’ottenimento dell’autorizzazione ed è a disposizione per fornire ulteriori chiarimenti ed eventualmente assistere le aziende nel formulare correttamente le istanze alle dogane competenti.

Potete contattarci a consulenza@scsinternational.it o telefonando ai seguenti numeri:

  • Numero verde 800 390 595
  • Daniele Paolini: 3486910559