Dal 2019 sarà in vigore in Cina la regolamentazione relativa all’E-Commerce

da | Nov 13, 2018 | E-commerce, Mercato Cinese

Il 31 Agosto 2018, l’Assemblea Nazionale del Popolo, ovvero la più alta istituzione statale e l’unica camera legislativa della Repubblica Popolare Cinese, ha pubblicato la normativa all’e-commerce. Entrerà in vigore a partire dal primo gennaio 2019.

I soggetti interessati sono:

  • Le piattaforme e-commerce
  • Soggetti che operano su tali piattaforme
  • Soggetti che vendono i propri bene o servizi attraverso i siti web o addirittura attraverso canali differenti dalle piattaforme e-commerce, come ad esempio utilizzando WeChat (app di messaggistica lanciata dal gigante di internet Tencent nel 2011 e sta diventando un vero e proprio mercato virtuale dove rivenditori e marchi vendono le cose online).

Sono state esposte disposizioni riguardanti la concorrenza sleale nel caso in cui una piattaforma e-commerce acquisisca una posizione dominante nel mercato e tali disposizioni sono disciplinati dagli articoli 22 e 35 del regolamento.

Altre disposizioni riguardano la suddivisione delle responsabilità tra il gestore della piattaforma e l’operatore, come in caso di beni o servizi venduti tramite piattaforma, danneggiando i diritti dei consumatori.

Le società italiane, interessate ad espandersi nel mercato cinese, possono, tramite questi canali, cogliere una ottima occasione.

Significativo e rilevate per gli operatori è sicuramente la tutela della proprietà intellettuale prevista dalla regolamentazione delle piattaforme.  Può succedere infatti che, se il titolare di un diritto di proprietà intellettuale riscontri una violazione del proprio diritto sulla piattaforma, può far presente e notificare la violazione. In tal caso vengono presi provvedimenti cosiddetti “preliminari” (“preliminary measures”) in base alle norme del regolamento.  

La notifica da presentare in caso di violazione dovrà essere munita di prove attestanti tale violazione. Se al contrario, la notifica risultasse infondata, il notificante ne dovrà rispondere.

Daniele Paolini

Daniele Paolini

Reparto Consulenza

Contattaci