Cross border E-commerce Cinese: presto a quota 7.5 Trilioni di RMB di vendita annua

da | Ago 7, 2017 | Mercato Cinese

Cross border E-commerce Cinese: presto a quota 7.5 Trilioni di RMB di vendita annua di WalktheChat

iiMedia Research ha pubblicato recentemente un’analisi molto esaustiva riguardo il cross-border e-commerce in Cina nel 2017.

I contenuti principali sono:

  • Il cross-border e-commerce continuerà a crescere e si prevede che raggiungerà nel 2017 un volume di 7.5 trilioni di RMB.
  • Il cross-border in Cina raggiungerà circa 58 milioni di utenti nel 2017.
  • Il mercato del cross-border e-commerce è molto frammentato rispetto al mercato dell’e-commerce locale.
  • Chi acquista via cross-border, fa abitualmente acquisti di valore ricompreso fra 300 e 1000 RMB (da 38 a 127 euro).

Crescita in rapida ascesa

Si stima che il mercato del cross-border e-commerce raggiungerà 7.5 trilioni di RMB (circa 946 miliardi di euro) nel 2017, ricomprendendo in tale cifra sia il cross-border e-commerce B2C sia quello B2B.

La crescita sta iniziando tuttavia a stabilizzarsi attorno al 17%, che ѐ comunque di un tasso di crescita considerevolmente notevole).

Contemporaneamente, il numero di utenti finali coinvolti in operazioni cross-border in Cina continua a crescere al un tasso impressionante di 78.3% nel 2016.

Si evidenzia tuttavia una lieve diminuzione nella crescita di utenti cross-border e-commerce, proprio come il numero degli acquirenti cross-border che raggiunge la quantità totale degli utenti dell’e-commerce.

Un mercato frammentato

Secondo l’analisi condotta da iiMedia, il mercato del cross-border e-commerce è sorprendetemente frammentato.

Mentre il tradizionale mercato e-commerce è fortemente dominato da Alibaba (con una quota di mercato intorno al 60-70%), il cross-border e-commerce è molto più frammentato, infatti nessuna piattaforma raggiunge più del 25% del mercato totale.

Sorprendentemente, sebbene Tmall and JD siano piattaforme di un certo rillievo, in nessun modo riescono a dominare il mercato cross-border.

Perché gli acquirenti cross-border cinesi comprano?

La principale motivazione che spinge i clienti ad acquistare cross-border è senza dubbio la migliore qualità del prodotto.

Perché i consumatori scelgono il cross-border e-commerce, quattro ragioni principali:

RagioniPercentuale
Qualità57,7%
Rapporto qualità-prezzo34,4%
Possibilità di scelta fra diversi brands30,9%
Garanzia di autenticità30,2%

Fonte: iiMedia Research, WalktheChat

Di conseguenza, Giappone, Germania, Korea, Francia e U.S. sono le principali destinazioni per gli acquisti cross-border, con il Giappone che detiene saldamente il ruolo di leader.

In che modo comprano gli acquirenti cross-border?

Fra gli acquirenti cross-border, la frequenza negli acquisti è sorprendentemente alta: il 65% degli utenti compie acquisti cross-border almeno una volta al mese. L’11.6% acquista più di una volta a settimana.

Il 66.2% degli ordini di acquisto va da 300 fino a 1000 RMB. E’ tuttavia importante sottolineare che tali ordini sono spesso effettuati su grandi piattaforme che mirano alla promozione di prodotti meno costosi.

La nostra personale esperienza, che opera su centinaia di negozi cross-border e-commerce, è che i clienti siano estremamente disponibili a spendere più di 1000 RMB per gli acquisti cross-border, in modo tale da rendere il costo di spedizione conveniente. Riteniamo che gli ordini fra 1000 e 5000 RMB avvengano comunemente attraverso il cross-border WeChatstores.

Conclusione

Il mercato del cross-border e-commerce in Cina continua a crescere in modo esponenziale. A differenza del mercato local e-commerce, gli utenti sono soliti acquistare su altre piattaforme rispetto a Tmall, e talvolta acquistano direttamente da venditori esteri.

Questa propensione agli acquisti offre un’opportunità unica ai brands, di sganciarsi definitivamente da Tmall e JD.com, al fine di iniziare a costruire un rapporto diretto con il loro clienti.

Rivedi il nostro Webinar “Opportunità, costi e rischi nel settore E-commerce Cinese per le PMI Italiane” cliccando qui

Fonte: WalktheChat

Daniele Paolini

Daniele Paolini

Reparto Consulenza

Contattaci