La presente regola può essere utilizzata indipendentemente dal modo di trasporto scelto e può essere usata anche nel caso in cui si utilizzi più di un modo di trasporto.

“Trasporto Pagato fino a” significa che il venditore effettua la consegna rimettendo la merce al vettore o ad altra persona designata dallo stesso venditore in un luogo concordato (se tale luogo è stato concordato tra le parti) e che il venditore deve stipulare il contratto di trasporto e sopportare le spese necessarie per l’invio della merce al luogo di destinazione convenuto.

Quando si utilizzano CPT, CIP, CFR, o CIF, il venditore adempie la sua obbligazione di effettuare la consegna quando rimette la merce al vettore e non quando la merce arriva al luogo di destinazione.

Questa regola presenta due punti critici, perché il passaggio del rischio e il trasferimento delle spese avvengono in luoghi diversi. Si raccomanda alle parti di specificare il più chiaramente possibile nel contratto sia il luogo di consegna, ove il rischio passa al compratore, sia il luogo di destinazione convenuto per raggiungere il quale il venditore deve stipulare un contratto di trasporto. Se vengono impiegato più vettori per il trasporto alla destinazione convenuta e le parti non si accordano su un punto di consegna specifico, il rischio passa automaticamente quando la merce è stata consegnata al primo vettore in un punto totalmente a scelta del venditore e sul quale il compratore non ha alcun controllo. Ove le parti desiderino che il rischio passi in una fase successiva (ad es. in un porto oceanico o in un aeroporto) esse devono specificarlo nel loro contratto di vendita.

Si raccomanda alle parti di specificare il più chiaramente possibile il punto nel luogo di destinazione convenuto, poiché le spese fino a tale punto sono a carico del venditore. Si raccomanda al venditore di stipulare contratti di trasporto che corrispondano precisamente a tale scelta. Se il venditore sostiene delle spese previste nel suo contratto di trasporto relative alla scaricazione nel luogo di destinazione convenuto, egli non ha titolo di recuperare tali spese dal compratore, salvo diverso accordo fra le parti.

CPT richiede che il venditore, se del caso, sdogani la merce all’esportazione. Comunque, il venditore non ha l’obbligo di sdoganare la merce all’importazione, pagare eventuali diritti di importazione o espletare eventuali formalità doganali all’importazione.