AEO: CORSIA PREFERENZIALE NELLE DOGANE DI TUTTA EUROPA

da | Apr 12, 2018 | Dogane, Mercati Esteri

Lo status di operatore economico autorizzato (AEO), certifica una situazione di affidabilità specifica di un operatore economico (azienda) nei confronti delle autorità doganali e fa parte delle nuove procedure di semplificazioni previste dal Nuovo Codice Doganale dell’Unione (CDU – Reg.to 952/2013). L’AEO è entrato in vigore il 1 gennaio 2008, sulla base del Reg. CE 1875/2006 e le imprese europee lo possono richiedere alle autorità doganali nazionali. Consente di accelerare le pratiche doganali di import/export e semplificare i controlli in tutti i traffici internazionali.

In Italia molte imprese sono riuscite ad ottenere l’AEO e lo scopo è di incentivare soprattutto gli operatori economici al compimento di azioni di ottimizzazione, compliance e gestione dei rischi insiti nella propria attività. L’Italia si posiziona al quarto posto nella graduatoria di ottenimento dello status di AEO, dietro Germania, Francia e Olanda.

Il suo possesso consente di disporre di una corsia privilegiata nello svolgimento delle operazioni doganali e di agevolare procedure con la dogana, sia in Europa che nei Paesi che riconoscono lo Status di AEO (USA, Cina e Giappone). Permette di accedere in via esclusiva quindi a semplificazioni e autorizzazioni doganali.

I principali vantaggi sono:

– canali preferenziali per lo sdoganamento delle merci in import ed export;

– miglioramento della compliance con l’Agenzia delle Dogane

– facilitazione nell’ottenimento di qualunque autorizzazione doganale;

– riduzione fino al 95% in meno di controlli fisici e/o documentali da parte della Dogana;

– trattamento prioritario in caso di controllo doganale;

– possibilità di scegliere il luogo dove effettuare il controllo doganale;

– aumento dell’affidabilità commerciale nei confronti di clienti e fornitori.

 Come ottenere l’AEO?

L’autorizzazione AEO si consegue attraverso un’istanza da presentare all’ufficio Doganale competente per territorio, che opera in un’ottica audit e non di verifica e indagine. L’Ufficio delle Dogane, ricevuta la domanda ed un questionario di autovalutazione, concorda con l’azienda alcune giornate di incontro per la valutazione dei requisiti e per l’analisi dei documenti rilevanti per il rilascio dell’autorizzazione. Al termine degli incontri ed effettuate le analisi necessarie l’Ufficio delle Dogane invia agli uffici superiori una relazione conclusiva dell’audit corredata delle proprie valutazioni. Se la valutazione risulta positiva, la Commissione Europea per il tramite dell’Agenzia delle Dogane, rilascerà il certificato AEO valevole in tutto il territorio UE e nei confronti dei Paesi terzi che hanno riconosciuto lo status di AEO.

Daniele Paolini

Daniele Paolini

Reparto Consulenza

Contattaci

La SCS Venturini, in qualità di operatore AEO, è in grado di assistere le aziende per ottenere l’autorizzazione al fine di migliorare le competenze e i processi interni a livello Doganale.